Politica / Parlamento

Commenta Stampa

La Russa, informato tardi sul caso Miotto

"Mi è stato comunicato dopo, mi sono arrabbiato"

La Russa, informato tardi sul caso Miotto
06/01/2011, 20:01

«Ci attaccano perchè stiamo restituendo zone di territorio agli afgani. È il lupo ferito che cerca di reagire». Queste le parole del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che ha parlato con i giornalisti nella base italiana del Gulistan, dove lo scorso 31 gennaio è stato ucciso l'alpino Matteo Miotto. «Qui siamo in una zona dove i nostri soldati sono riusciti - ha dichiarato La Russa - a riconsegnare fette di territorio agli afgani, creando aree di sicurezza attorno ai villaggi. Proprio per questo ai confini di queste zone di sicurezza le minacce sono quotidiane. Evidentemente se non disturbi chi era abituato a spadroneggiare in queste zone, a costituirvi basi terroristiche, non succede niente; se poi vai effettivamente a consegnare agli afgani zone liberate è chiaro che il lupo ferito cerca di reagire».
La Russa ha poi raccontato che la notizia dello scambio di colpi d'arma da fuoco, durante il quale è morto Miotto, è stata comunicata in un secondo momento anche a lui. La Russa ha detto di essersi «arrabbiato» con i militari e ha fornito una sua spiegazione del perché questo sia avvenuto: «E' il riflesso di un vecchio metodo in uso nei passati governi, di dire sempre la verità, ma senza allarmare, cercando di indorare la pillola. La mia "dottrina", invece, è quella della massima trasparenza. Anche perché non c'è nulla da nascondere: non siamo attaccati perchè siamo cattivi, ma perché stiamo facendo un lavoro importante, che comporta questo rischio. Adesso la ricostruzione della vicenda mi sembra completa ed esauriente».
Il ministro ha visitato la base "Ice", presidiata dagli alpini del Settimo reggimento di Belluno (quello di Miotto), e del 2° reggimento Guastatori. La Russa è giunto nel Gulistan da Herat a bordo di un elicottero CH 47, scortato da elicotteri d'attacco Mangusta. Massime le misure di sicurezza. Dopo l'incontro con i militari italiani, La Russa è ripartito per l'Italia intorno alle 10 di questa mattina. 

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©

Correlati