Politica / Politica

Commenta Stampa

Dovevano essere fatti per i pensionati

La spuntano ancora le banche: niente conti correnti a costo zero


La spuntano ancora le banche: niente conti correnti a costo zero
15/03/2012, 14:03

ROMA - Come sempre, le banche basta che schiocchino le dita per ottenere quello che vogliono. E così il governo ha annunciato che, obbendendo ai desiderata dell'Abi, cancellerà, con apposito provvedimento, la norma che permetteva ai pensionati di avere un conto corrente a costo zero. La norma era stata prevista per andare incontro a quei pensionati che, incassando pensioni superiori ai 1500 euro, erano stati costretti, dal decreto detto "salva-Italia", ad aprire un conto corrente, in quanto non possono incassare la pensione in contanti.
Ma l'Abi aveva protestato, costenendo che qusto "comportava un enorme danno per le banche", cosa che avrebbe accentuato la stretta creditizia in vigore. E il sottosegretario all'Economia Gianfranco Polillo oggi alla Camera ha confermato che la norma verrà adottata per decreto quanto prima.
In realtà, oggi i costi per la tenuta di un conto sono pari a zero. Una volta i costi erano effettivi, perchè la tenuta era fatta a mano; ma è da un pezzo che ormai è tutto elettronico. Quindi il costo reale sono solo lo stipendio dell'operatore della banca per quei pochi secondi che impiega a digitare le cifre sul monitor. Però è chiaro che le banche non intendono rinunciare agli enormi profitti che derivano da queste commissioni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©