Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L'ANM BOCCIA SUPERPROCURA E REATO CLANDESTINITA'


L'ANM BOCCIA SUPERPROCURA E REATO CLANDESTINITA'
06/06/2008, 12:06

 

L’Associazione Nazionale Magistrati torna a bocciare l’ipotesi della superprocura per i rifiuti in Campania.

Lo fa esprimendo solidarietà ai giudici napoletani, sul piede di guerra dopo la misura prevista: “Siamo consapevoli – afferma il presidente dell’Anm Luca Palamara – che la gravità della situazione campana richieda uno sforzo congiunto e consapevole di tutte le istituzioni del territorio. E ce sia necessario agire anche con strumenti eccezionali. Ma questi – continua – devono essere organici al sistema e rispettosi dei principi di legalità”.

Insomma, per il sindacato delle toghe questo tipo di giudice straordinario non è consentito dall’ordinamento.

Non solo. L’Anm interviene anche sul reato di clandestinità. Questo provocherebbe “gravissime disfunzioni al sistema giudiziario e a quello delle carceri”.

Per Palamara sarà “praticamente impossibile celebrare ogni giorno centinaia di udienze di convalida e processi per direttissima”. Oltre a non esserci alcun reale beneficio su espulsioni e immigrazione clandestina.


Gli interventi durante il ventinovesimo congresso Anm che si è aperto oggi a Roma. alla presenza del capo dello Stato.
 

 

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©