Politica / Politica

Commenta Stampa

Disturbano le parole di Di Pietro contro Napolitano

Lannutti e Donadi, inizio di spaccatura all'interno dell'Idv?


Lannutti e Donadi, inizio di spaccatura all'interno dell'Idv?
24/07/2012, 10:08

ROMA - Dopo il capogruppo dell'Idv Massimo Donadi, che ha preso le distanze dal leader del partito, anche Elio Lannutti ha annunciato il suo addio all'Idv, anche se l'ha spostato a fine legislatura, annunciando che non si ricandiderà per le prossime elezioni. Il motivo, portato da Lannutti a giustificazione della sua decisione, sta nelle dichiarazioni di Antonio Di Pietro, che negli ultimi tempi ha attaccato il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per le sue interferenze nella vicenda delle indagini sulle  trattative del 1992 tra Stato e mafia. 
Per lo stesso motivo ieri Donadi aveva detto che lui intendeva lavorare per mantenere buoni rapporti col Pd in vista delle prossime elezioni, e quindi non condivideva gli attacchi del suo leader contro il Presidente della Repubblica, a causa della difesa acritica verso quest'ultiomo avanzata da Pierluigi Bersani, segretario del Pd.
Certo appare strano che due personaggi di spicco del partito (anche se Lannutti è stato eletto come indipendente) decidano di attaccare il leader di partito proprio nel momento in cui l'Idv sta raggiungendo nei sondaggi il massimo delle preferenze (tutti i sondaggi lo danno intorno al 7%) e rischia di coagulare intorno a sè molti degli scontenti del Pd che non vedono di buon occhio la debolezza e il comportamento ondivago della dirigenza del partito. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©