Politica / Politica

Commenta Stampa

L’Assemblea dei cittadini dice no alle preregate a Bagnoli ed alla svendita dei suoli pubblici


L’Assemblea dei cittadini dice no alle preregate a Bagnoli ed alla svendita dei suoli pubblici
08/10/2011, 14:10

"I cittadini e le associazioni partecipanti all’assemblea del 28 settembre 2011 non condividono le recenti scelte dell’amministrazione comunale su Bagnoli. Ritengono che la localizzazione in quest’area delle pre-regate della America’s Cup rappresenti un grave pericolo per la bonifica ed il recupero del litorale alla balneazione nonchè ad usi sociali e produttivi ecocompatibili; ritengono altresì che la prossima alienazione entro il 31 ottobre di parte dei suoli ex Italsider costituisca una autentica svendita del patrimonio pubblico. Chiedono all’amministrazione comunale:  · il blocco della gara d’asta per i lotti ricadenti nell’area tematica 2 · il ritiro della delibera di giunta 561/2011-nota come delibera Santangelo-che ha incrementato i volumi residenziali edificabili previsti dal PUA di Coroglio-Bagnoli · un confronto pubblico con i movimenti della società civile. Il 28 settembre 2011 si è svolta presso l’aula multimediale del Comune di Napoli un’assemblea pubblica avente ad oggetto la riqualificazione di Bagnoli ed il recupero del litorale napoletano. Nel corso dell’assemblea, a cui hanno partecipato numerosi cittadini e realtà associative, sono state espresse analisi circostanziate e giudizi fortemente critici sui modi con i quali la nuova amministrazione sta intervenendo nel processo di trasformazione dell’area, modi che contraddicono gli impegni assunti durante la campagna elettorale. Non risultano condivisibili né il metodo delle scelte, che ha eluso il coinvolgimento dei cittadini, né il loro merito, che non assicura la promessa discontinuità con le gestioni del passato. In particolare, i partecipanti all’assemblea concordano nel ritenere che lo svolgimento a Bagnoli delle America’s Cup World Series, con la localizzazione sul suo litorale delle relative attrezzature, costituirebbe un grave pregiudizio per la restituzione in tempi certi ai cittadini di un grande arenile balneabile e liberamente accessibile, determinando il rinvio delle operazioni di bonifica, e legittimando i progetti speculativi di recupero della colmata a scopi edificatori portuali e commerciali. Concordano inoltre nel ritenere inaccettabile la messa in vendita del primo lotto dei suoli ex Italsider poiché, date le incertezze che pesano sia sulla qualità della bonifica che sui tempi e modi di attuazione del PUA, nonché sullo stato finanziario della BagnoliFutura SpA, si determinerebbe una convenienza fortemente negativa per gli interessi pubblici. Per questi motivi, sollecitano la Giunta e il Consiglio Comunale di Napoli a non localizzare a Bagnoli le attrezzature per le America’s Cup World Series e a sospendere il bando di gara per la vendita del primo lotto dei suoli ex Italsider; chiedono inoltre alla Giunta di ritirare la delibera 561/2011, che ha incrementato le cubature residenziali previste dal PUA per le aree tematiche 2 e 3. Poiché una effettiva partecipazione dei cittadini alle scelte di governo non può darsi senza un dibattito pubblico aperto e fondato su dati e competenze affidabili, sfidano l’amministrazione comunale ad un confronto pubblico sul merito politico e tecnico di queste tematiche con i movimenti della società civile, rendendo preliminarmente disponibile tutta la documentazione necessaria alla valutazione critica della situazione; confronto da tenersi, ovviamente, prima della presentazione ufficiale delle America’s Cup World Series a Napoli. Si impegnano, infine, ad organizzare entro ottobre un evento pubblico cittadino per sollecitare l’attenzione civica e la mobilitazione popolare in difesa della riqualificazione dell’area di Bagnoli, in quanto patrimonio collettivo dell’intera Città da destinare al soddisfacimento dei bisogni sociali e delle esigenze ambientali.". Così una nota stampa a cura delle associazioni: Assise Cittadina per Bagnoli. Assise della Città di Napoli e del Mezzogiorno d’Italia. Associazione “Radicali Napoli-Ernesto Rossi". Assoutenti. CARC-Napoli. Coordinamento Civico Flegreo. Movimento 5 Stelle. Napoli Punto a Capo. VAS-Verdi Ambiente e Società.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©