Politica / Regione

Commenta Stampa

L'assessorato all'Urbanistica sul bando Iacp


L'assessorato all'Urbanistica sul bando Iacp
03/01/2013, 10:20

“Non c’ è alcuna irregolarità nel bando dell’Iacp. Anzi, tutto è fatto come sempre nella massima trasparenza e nel rispetto delle leggi vigenti. Piuttosto, sembra strano che il consigliere Gabriele, che pure ha ricoperto incarichi di amministratore pubblico, non conosca la legge e  confonda le procedure di mobilità, riservate esclusivamente a dipendenti delle pubbliche amministrazioni, con le mobilità riservate alle partecipate .”

 

Così l ’assessorato all’Urbanistica della Regione Campania replica al consigliere regionale.

 

“Ai sensi della legge in vigore – sottolinea l’assessorato – l’Iacp di Napoli ha provveduto ad attivare, dandone notizia sul suo sito per un mese, e comunicandolo a tutti gli Uffici provinciali del Lavoro d’Italia, le procedure di mobilità obbligatoria, in base alle quali, per risparmiare risorse, i posti pubblici vacanti devono essere coperti, se possibile, con personale dipendente da altre amministrazioni.

 

“Verificato che nessuna domanda è stata presentata, si è poi proceduto, come la legge impone, alla mobilità volontaria, per la quale è pervenuta una sola istanza, tra l’altro esclusa perché il dipendente era di categoria B invece che C come previsto dal bando.

 

“Ora – chiarisce l’assessorato – esaurite le fasi delle mobilità obbligatoria e volontaria, si potrà procedere con il concorso pubblico, con il quale, raccogliendo le sollecitazioni più volte avanzate dai sindacati, si supererà una lunga fase contraddistinta da precarietà e contratti atipici.

 

“Quindi, nessun regalo di Natale, nessun comportamento illecito, nessuna assunzione preferenziale. Semplicemente, l’espletamento di una procedura semplice, lineare e trasparente, in applicazione di norme elementari della pubblica amministrazione che i rappresentanti delle istituzioni non possono non conoscere”, aggiunge l’assessorato.

 

“Piuttosto – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Marcello Taglialatela  -  mi domando: ma l’ interrogante Corrado Gabriele è lo stesso rinviato a giudizio per vicende legate ad assunzioni nella società Astir?.”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©