Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Sull'immigrazione Italia indietro rispetto all'Europa

Laura Boldrini: Italia paese ancora provinciale


Laura Boldrini: Italia paese ancora provinciale
12/04/2013, 18:45

ROMA - Il Presidente della Camera Laura Boldrini bacchetta l’Italia sul tema dell’immigrazione e accusa le normative vigenti in materia di “provincialismo”.
Intervistata in esclusiva da Sette, il magazine settimanale del Corriere della Sera, l’ex portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Uniti per i Rifugiati esprime le sue perplessità sulle leggi italiane che regolano l’accoglienza dei migranti, rivendicando il suo contributo al contrasto delle politiche di respingimento dell’allora ministro degli Interni Maroni.
Nell'intervista  la Boldrini afferma: “L’immigrazione va regolata, gestita, non subita. Ma non va neppure vissuta come una minaccia. Abitiamo un mondo globale, in cui circolano liberamente i capitali, le merci e le informazioni. I migranti sono l’elemento umano della globalizzazione, l’avanguardia del mondo del futuro. Presto sarà normale nascere in un Paese, crescere in un altro ancora. Non dobbiamo avere paura di questo. Dobbiamo aprirci al futuro. Siamo ancora un Paese provinciale. Gli italiani parlano poco le lingue. I media trascurano quanto accade all’estero. Invece dobbiamo occuparcene. Perché ci riguarda. Perché le decisioni si prendono sempre meno nei confini nazionali e sempre più in Europa e negli organismi multilaterali.”

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©