Politica / Politica

Commenta Stampa

“Verità e giustizia non si possono barattare"

Laura Boldrini: “Togliere il segreto di Stato sulle stragi”


Laura Boldrini: “Togliere il segreto di Stato sulle stragi”
25/04/2013, 21:33

"Chiedo l'abolizione del segreto di Stato per le stragi di mafia e terrorismo. In un Paese civile verità e giustizia non si possono barattare". È la proposta avanzata, a Milano, dalla presidente della Camera Laura Boldrini che ha ricordato le vittime: "Abbracciamo i loro familiari come se il loro dolore fosse il nostro".
Oggi nella Capitale, ci sono state le celebrazioni in occasione del 25 aprile. Il capo dello Stato ha depositato una corona di fiori sull'altare della Patria, per poi recarsi a far visita al Museo della Liberazione di via Tasso.
A Roma, inoltre, c’è stato un corteo Anpi, partito dall’Arco di Costantino e diretto poi a Porta S.Paolo. Ad aprirlo un grande striscione con su scritto 'I partigiani'. Il presidente dell'Anpi Roma, Vito Francesco Polcaro, commenta: "Oggi si ricorda oltre alla liberazione dell'Italia dalla dittatura fascista e dall'occupazione nazista, anche quegli ideali che hanno dato origine alla nostra Costituzione, una delle costituzioni più avanzate del mondo, una sintesi della parte migliore della cultura italiana, del marxismo, del cattolicesimo democratico, del liberalismo democratico e che sancisce le regole del nostro vivere insieme. Questa Costituzione purtroppo non è mai stata completamente attuata ma sarebbe l'unica soluzione anche per la crisi attuale. Su questa Costituzione si vorrebbero mettere le mani - continua -, ma non é facile migliorarla andrebbe invece realizzata insieme". Il corteo è animato anche da ragazzi che cantano e ballano al ritmo di tamburi. Il vicepresidente vicario dell'Anpi Roma, Ernesto Nassi, aggiunge: "Il 25 aprile è un giorno che viene una volta l'anno, per noi è un giorno di festa ma anche di dolorosa memoria. Oggi pensiamo a tutti quei nostri amici e compagni che hanno combattuto e sono morti, moltissimi sono stati torturati e imprigionati"

 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©