Politica / Napoli

Commenta Stampa

Lavori in corso nella zona ospedaliera, Pisani. "Orari e modalità assurdi"


Lavori in corso nella zona ospedaliera, Pisani. 'Orari e modalità assurdi'
12/04/2012, 15:04

“Caos e disagi infernali nella zona ospedaliera per incapacità dell’ amministrazione e neanche un vigile in strada - denuncia il presidente dell’Ottava Municipalità Angelo Pisani - siamo stanchi della negligenza dell’ assessorato alla viabilità”

“Dopo le nostre denunce e pressanti richieste, finalmente sono iniziati i lavori di risistemazione dei tombini e dei marciapiedi e di manutenzione e rifacimento del manto stradale delle principali arterie della zona ospedaliera. Tuttavia non possiamo fare a meno di sottolineare l’assurdità degli orari e delle modalità dei lavori che sono iniziati questa mattina, in pieno giorno, bloccando l’intera zona in un traffico infernale”. Lo dichiara il presidente dell’Ottavo Parlamentino Angelo Pisani che critica l’inadeguatezza della decisione del Comune di Napoli di svolgere i lavori di rifacimento delle strade della zona ospedaliera - nello specifico di via Petravalle, via Pansini, via Cardarelli fino all'incrocio di via Montesano, viale Colli Aminei fino all'incorcio di via Nicolardi - durante le ore più critiche per la viabilità della zona. “Questa mattina la viabilità delle auto è stata fortemente compromessa, per ore si viaggiava a passo d’uomo, i disagi registrati sono stati vergognosi. In caso di emergenza i mezzi di soccorso sono letteralmente bloccati senza possibilità di intervenire con rapidità. Operazioni così lunghe e complesse – afferma il presidente Pisani – vanno, senza ombra di dubbio, eseguite di notte quando le strade sono libere, svolgerle di giorno significa ostruire importanti arterie di passaggio e di accesso ai pronto soccorso. Una decisione quella del Comune inadeguata e sconsiderata nei confronti dei cittadini che crea enormi ed inaccettabili difficoltà e pericoli”. Il presidente Pisani fa sapere che sulla vicenda avviserà le autorità competenti “che dovranno accertare e punire i responsabili di tale scellerata decisione e prendere i giusti provvedimenti del caso. Non è pensabile che per risolvere un problema si creino disagi ancora più gravi. I cittadini e la Municipalità si sentono presi in giro”.



Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©