Politica / Parlamento

Commenta Stampa

LAVORO, IL CDM DA’ L’OK AL DECRETO, MA E’ SCONTRO CON CONFINDUSTRIA


LAVORO, IL CDM DA’ L’OK AL DECRETO, MA E’ SCONTRO CON CONFINDUSTRIA
07/03/2008, 09:03

Dopo la tragedia di Molfetta e l’ennesima morte bianca di un operaio di Milano che lavorava in un cantiere per conto delle Ferrovie dello Stato, il Consiglio dei Ministri ha dato un’accelerata all’approvazione del decreto legislativo per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, in attuazione della legge delega 123 dell’agosto scorso. Ma il provvedimento è stato bocciato dagli industriali: “Non è inasprendo le pene per le aziende che si eliminano i morti sul lavoro – ha commentato ieri Montezemolo – Aumentando le punizioni e basta non si salvano le vite.” Il presidente di Confindustria insiste sulla necessità di puntare sulla prevenzione piuttosto che sull’inasprimento delle sanzioni e ha apostrofato l’iniziativa del governo uscente come “l’ultimo atto di una sinistra demagogica.” Alle accuse di Montezemolo, Prodi replica: “Questo decreto non ha intenti punitivi, non mette nel mirino le imprese, ma mette al centro la tutela della persona umana e il suo diritto a un lavoro il più sicuro possibile.”

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©