Politica / Politica

Commenta Stampa

Camusso: “Pronti a mobilitazioni durature”

Lavoro: incontro governo-parti sociali la prossima settimana


Lavoro: incontro governo-parti sociali la prossima settimana
06/03/2012, 12:03

ROMA – Il prossimo incontro tra governo e parti sociali sulla riforma del Lavoro dovrebbe tenersi la prossima settimana. Ed è in vista di questo nuovo tavolo che la Cgil ribadisce la sua posizione. Si tratta di un vero e proprio avvertimento lanciato al governo: l’accordo sulla riforma del Lavoro “è possibile”, qualora l’esecutivo dovesse decidere di agire “autonomamente” la Cgil non resterà a guardare. La reazione in questo caso non sarà uno sciopero generale, “la fiammata di un giorno”, ma “la costruzione di un movimento che durerà”, attraverso mobilitazioni continue.
Non usa mezzi termini, infatti, il segretario generale Susanna Camusso che dice: “Noi lavoriamo per l'accordo, ma nessuno sottovaluti la nostra reazione se non si verificasse”. Un accordo che, insiste, deve puntare sulla lotta alla precarietà e l’allargamento delle tutele con un sistema di ammortizzatori sociali universale, “senza togliere a chi ha e dare poco a chi verrà”.
“Sulla riforma del mercato del lavoro, lavoriamo, stiamo lavorando. Il tavolo lo convocheremo a brevissimo”, assicura intanto il ministro del Lavoro, Elsa Fornero. Quanto alle risorse, si starebbero cercando 1-2 miliardi di euro: fondi che per esempio potrebbero arrivare dalla spending review, con il taglio degli sprechi nelle spese, o il riordino delle agevolazioni fiscali e contributive.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©