Politica / Politica

Commenta Stampa

Contraria la CGIL

Lavoro, novità contratto a termine: 8 proroghe in 3 anni


Lavoro, novità contratto a termine: 8 proroghe in 3 anni
14/03/2014, 20:12

ROMA- Il ministero del Lavoro interviene nel dibattito sulle misure previste dal piano per il lavoro messo a punto dal Governo: " Con l'entrata in vigore del decreto legge sul lavoro, il datore può sempre instaurare rapporti di lavoro a tempo determinato senza causale, nel limite di durata di trentasei mesi. Viene così superata la precedente disciplina che limitava tale possibilità solo al primo rapporto di lavoro a tempo determinato. Inoltre - sottolinea in una nota il ministero del Lavoro - la possibilità di prorogare un contratto a termine in corso di svolgimento è sempre ammessa, fino ad un massimo di 8 volte nei trentasei mesi. Quale unica condizione per le proroghe, il fatto che si riferiscano alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto è stato inizialmente stipulato".

Molto forte la reazione della CGIL.  Susanna Camusso, segretario generale del sindacato, si scaglia contro le ipotesi di nuovo contratto: "Con il decreto che è stato annunciato il contratto a termine acausale... si è fatto esattamente l'opposto di quello che lo stesso Presidente del Consiglio dichiarava; si e' creata un'altra forma di precarieta'. Una forma per cui puoi una persona puo' essere assunta e licenziata per tre anni senza alcuna ragione e senza alcuna causa. Siamo preoccupati e contrari. Siamo all'opposto di quell'idea di riduzione della precaria e dell'incertezza dei lavoratori che sarebbe necessaria. Se questo contratto sostituisse tutte le forme di contratti precari, sancirebbe il fatto che non ci sarebbe nessuna regola e non mi pare una buona soluzione. Siamo disposti a discutere invece di un contratto unico- ribadisce- ma prima bisogna abolire il decreto che hanno deciso di fare".

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©