Politica / Politica

Commenta Stampa

Lavoro, Tavella (CGIL): "in Campania situazione esplosiva"


Lavoro, Tavella (CGIL): 'in Campania situazione esplosiva'
21/06/2012, 10:06

(US CGIL CAMPANIA) - Napoli, 21 giugno - "L'esiguità della somma assegnata dal governo per le politiche sociali alla Campania, è solo l'ultimo drammatico segnale di una politica che va contro la nostra regione e contro il Mezzogiorno". A denunciarlo è il segretario generale della Cgil Campania, Franco Tavella il quale, in una nota, ricorda che poche settimane fa "siamo riusciti a sventare in extremis la decisione assunta dal governo Monti di escludere la Campania dalla compensazione tra i debiti e crediti delle imprese nei confronti della Pubblica amministrazione". "Inoltre - continua Tavella - solo grazie ad un emendamento in commissione affari costituzionali e ambiente della Camera dei deputati si è stabilito che i fondi prelevati per il pagamento del termovalorizzatore di Acerra non andranno ad influire sul patto di stabilità della Regione Campania".
"A rendere ancora più esplosiva la situazione sociale della Campania - dice ancora Tavella - c'è la difficoltà nel reperire risorse per garantire gli ammortizzatori sociali in deroga". "Tutto questo - conclude Tavella - rischia di portarci sull'orlo della rivolta sociale. Diventa decisiva, quindi, la grande mobilitazione che Cgil Cisl Uil e Ugl, unitariamente, hanno organizzato per lunedi 2 luglio a Napoli, che vedrà la presenza dei segretari generali nazionali del sindacato".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©