Politica / Napoli

Commenta Stampa

Intanto passato il bilancio senza il delegato alla sicurezza

Le conseguenze dell’addio di Narducci


.

Le conseguenze dell’addio di Narducci
29/06/2012, 16:06

NAPOLI - Gare e contratti, coordinamento per la realizzazione di lavori e opere pubbliche, avvocatura, studi e pareri, regolamenti comunali, beni confiscati, racket e usura, politiche anticorruzione, contenzioso del lavoro. E ancora pon sicurezza e videosorveglianza. Eccole tutte le deleghe che sono rimaste ancora da assegnare dopo le dimissioni di Giuseppe Narducci. Il sindaco, Luigi de Magistris, da qualche giorno ha annunciato che gestirà personalmente quella relativa alla polizia municipale. Ma le altre?
Non pare tiri aria di rimpasto a Palazzo San Giacomo. “La giunta è ben salda”, ha detto qualche giorno fa de Magistris. Insomma, sembra non ci siano preoccupazioni.
Anche il bilancio di previsione 2012 è passato senza il suo delegato alla legalità. Qualcuno proprio su questo si è interrogato: è normale che una manovra così importante passi senza l’assessore a cui è stato affidato il compito specifico della legalità? Domanda a cui il sindaco ha sempre risposto sottolineando che “tutta la giunta è riferimento della legalità”. Può bastare?Saranno i fatti a parlare.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©