Politica / Politica

Commenta Stampa

Sul sito dell'Huffington Post l'elenco

Le promesse di Renzi costano almeno 100 miliardi l'anno


Le promesse di Renzi costano almeno 100 miliardi l'anno
24/02/2014, 18:39

ROMA - Oggi il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel suo discorso per la fiducia, ha fatto una serie di promesse, su quello che farà il suo governo. Ma nessuna di queste promesse sarà a costo zero. Quindi proviamo a fare due conti in tasca. 

La prima promessa è stata quella di pagare per intero tutti i debiti che lo Stato ha con le imprese. Un debito che aveva raggiunto i 91 miliardi di euro e che il governo Letta aveva in parte ridotto. Ma restano pur sempre 44 miliardi. Renzi ha detto che verranno utilizzate le risorse della Cassa Depositi e Prestiti; ma con che garanzie? Quei soldi sono i soldi dei cittadini italiani che hanno un conto postale o un libretto postale o dei buoni postali. Come verrà chiuso il buco creatosi? 

Poi c'è stata la promessa di una "riduzione a doppia cifra" del cuneo fiscale. Immaginando che la riduzione venga fatta solo sull'Irpef (e quindi senza tagliare liquidazione e pensione del lavoratore, che sono parte del cuneo fiscale), il sito lavoce.info calcola che una riduzione del 10% su tutti i lavoratori under 40, costerebbe 27,5 miliardi. Secondo Confartigianato, estendendo la misura a tutti i lavoratori, ci vogliono 35 miliardi. 

A questo si aggiunge la promessa di un sussidio di disoccupazione che tuteli anche i lavoratori autonomi, che secondo Pagina99 costerebbe almeno 18 miliardi. Una cifra molto bassa, se si pensa che per il reddito di cittadinanza da 600 euro, le stime superano i 50 miliardi. 

A questo poi si aggiunge il discorso sull'edilizia scolastica, da usare come volano dell'economia, secondo uno dei refrain - dimostratisi completamente falsi nella realtà dei fatti - usato così spesso da Silvio Berlusconi. E qui si parla di cifre intorno ai 3-4 miliardi.

Quindi, 44 miliardi per i debiti della Pubblica Amministrazione, 35 miliardi per il taglio del cuneo fiscale, 18 miliardi per il sussidio di disoccupazione, 3 miliardi per la scuola... totale 100 miliardi. Imitando Totò nel film "Tototruffa '62": "Senti, di' hai 100 miliardi in tasca?".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©