Politica / Politica

Commenta Stampa

Le ultime dichiarazioni di Monti dalla Finlandia


Le ultime dichiarazioni di Monti dalla Finlandia
01/08/2012, 20:32

HELSINKI – Il viaggio europeo di Mario Monti continua con la Finlandia dove il primo ministro Jyrki Katainen, ha dichiarato che in questo momento l’Italia non ha bisogno di alcun aiuto dall’Europa. Monti ribatte “Aiuti potrebbero essere necessari, forse, in relazione alla lentezza con cui i mercati comprendono gli sforzi compiuti e i risultati raggiunti”. Questi aiuto non saranno necessari per salvare l’Italia, continua Monti, ma per allentare il peso dello spread.
Parla poi di un doppio binario per uscire dalla crisi, un progetto approvato anche dal premier finlandese Katainen: da un lato sforzi da parte dell’Italia per rimontare e dall’altra parte un aiuto concreto dall’Europa anche per lo spread.

Torna poi a parlare dei mercati di cui dice “Nonostante abbiano una funzione cruciale, in questo momento non sembrano riflettere il grado di progresso raggiunto dai paesi membri dell'Ue in termini di riforme e di politiche" e lo stesso Katainen continua sul tema “i rendimenti dei titoli di Stato di alcuni Paesi, come l'Italia, sono eccessivamente elevati, e non per la loro situazione economica ma per il quadro generale”.

Monti continua “L'Italia è in una situazione comoda dal punto di vista delle finanze pubbliche, ma è in una situazione molto scomoda riguardo lo spread irrealisticamente alto. Per questo si attende dei modi in cui lo spread sia determinato sui mercati in un modo più rispondente alla situazione economica dei Paesi e questo richiede decisioni a livello europeo nei termini che sono stati largamente menzionati nel vertice Ue di fine giugno”

Monti difende poi, dalla Finlandia, il Presidente della Bce Mario Draghi dalle critiche che lo vedono protagonista in questi giorni in seguito alla sua dichiarazione “La Bce, nell’ambito del suo mandato, è pronta a tutto per preservare l’euro e credetemi, sarà abbastanza”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©