Politica / Napoli

Commenta Stampa

Lebro (UDC): "Porto: ok approvazione intesa e odg salvaguardia ambientale"


Lebro (UDC): 'Porto: ok approvazione intesa e odg salvaguardia ambientale'
03/08/2012, 14:55

 

 

“L’approvazione all’unanimità di oggi in Consiglio dell’intesa, tra il Comune e l’Autorità portuale di Napoli, per il nuovo Piano Regolatore del Porto, rappresenta un importante traguardo, che segna il riscatto di una città che per anni ha atteso quegli interventi strutturali di cui il porto di Napoli necessita. Altro grande traguardo raggiunto oggi è sicuramente l’approvazione a maggioranza dell’ordine del giorno presentato dall’Udc che impegna l’Assessorato all’Ambiente e l’Autorità portuale ad attivarsi, al più presto, per inserire nei propri piani esecutivi una serie di interventi determinanti ai fini della salvaguardia ambientale”. Ad affermarlo è David Lebro, Capogruppo dell'Udc al Consiglio comunale di Napoli.

“Grazie all’odg - spiega Lebro- si è ottenuto, ai fini di una piena attuazione della politica di risparmio energetico e di una riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, l’impegno concreto a procedere, nella zona che interessa il porto, ad una elettrificazione delle banchine, per arginare in maniera sostanziale le emissioni inquinanti delle navi in sosta, ad un deciso utilizzo di fonti di energia rinnovabili come il fotovoltaico e l’eolico e alla sostituzione delle lampade per l’illuminazione con quelle a risparmio energetico, sia nei piazzali del porto sia all’interno dei singoli edifici antistanti”.

“L’auspicio -conclude Lebro-  è che questo sia solo l’inizio di una riqualificazione completa dell’area portuale e che, considerate le enormi opportunità e potenzialità di sviluppo che questa offre, si possa procedere anche ad una seria discussione sul terzo grande progetto per Napoli che comprenda tutto il waterfront cittadino, ponendo finalmente fine allo sversamento illegale delle fogne a mare che mal si concilia con l’esigenza, fortemente voluta da questa Amministrazione, di ripristinare la linea di costa e garantire, finalmente, una spiaggia libera a tutti i cittadini partenopei”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©