Politica / Politica

Commenta Stampa

Lebro(UDC): "Mercato Caramanico: bisogna dare certezze"


Lebro(UDC): 'Mercato Caramanico: bisogna dare certezze'
24/04/2012, 15:04

“E’ necessario dare delle risposte certe agli operatori commerciali presenti nel mercato del Caramanico e a cui sono collegati migliaia di famiglie che vivono grazie alle risorse derivanti da quello che rappresenta il più grande mercato autorizzato del Meridione” afferma il Capogruppo dell’Udc al Consiglio comunale di Napoli, David Lebro.

“Ben venga un progetto di riqualificazione dell’area a fianco del Centro Direzionale -continua Lebro- ma l’Amministrazione, deve farlo coniugando lo sviluppo futuro con quello presente e non utilizzando l’uno a discapito dell’altro.

Due sono gli aspetti infatti, che devono essere assolutamente salvaguardati: quello occupazionale, in quanto il mercato dà lavoro a migliaia di famiglie che altrimenti non potrebbero arrivare a fine mese, e quello sociale poiché consente di acquistare a prezzi modici generi di prima necessità come scarpe e abbigliamento.

Le risposte fornite oggi dall’Assessore Esposito nella Commissione Lavoro, Sviluppo, Attività Produttive e Commercio, sollecitata da me e da altri consiglieri per affrontare il tema, risultano dunque, a dir poco vaghe e ancora una volta poco chiare.

Il mio interesse come gruppo politico è innanzitutto capire come la Giunta intende affrontare la questione perché la totale incertezza sui tempi e sulle effettive opere che si vogliono mettere in atto nella zona, mortifica il lavoro degli operatori commerciali rendendo addirittura impossibile per loro qualsiasi forma di programmazione degli investimenti.

“La questione deve essere al più presto approfondita e a tal proposito ho già chiesto al presidente Crocetta di indire una Commissione congiunta con l’Urbanistica e di effettuare un sopralluogo al Caramanico al fine di verificare lo stato dei fatti. L’auspicio- conclude Lebro- è che attraverso questi lavori si possa supportare l’Amministrazione nella ricerca della migliore soluzione possibile che salvaguardi in primis l’occupazione”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©