Politica / Politica

Commenta Stampa

Maroni: “Penalizzati da campagna mediatica”

Lega, 350 mila euro sequestrati da un notaio di Rovigo


Lega, 350 mila euro sequestrati da un notaio di Rovigo
20/04/2012, 19:04

MILANO – 350 mila euro posti sotto sequestro presso lo studio di un notaio di Rovigo. E’ quanto ha deciso i pm di Milano, che indagano sui fondi della Lega. La cifra confiscata, secondo quanto si è appreso, equivale a parte dell'investimento (di 1,2 milioni di euro) effettuato a Cipro dal consulente Paolo Scala, indagato assieme all'ex tesoriere del Carroccio Francesco Belsito e all'imprenditore Stefano Bonnet.
Rispetto a quanto fin qui emerso dalle indagini degli inquirenti, di quella somma in Italia erano rientrati solo 850 mila euro. Il saldo, cioè i 350 mila euro, è stato depositato da Scala dal notaio di Rovigo.
Cerca, intanto, di difendere la Lega il triunviro. Roberto Maroni, oggi a Varallo Sesia (Vercelli) per un incontro elettorale, ha nuovamente espresso il suo pensiero: “Questa campagna mediatica ci penalizzerà”. L’ex ministro dell’Interno, inoltre, ha esortato i candidati per amministrative a mettere il proprio impegno per aiutare la Lega: “Confido che la presenza e la forza di molti candidati sappia e possa farci recuperare il consenso”. E cresce l’attesa per l’incontro, non ancora fissato, tra Umberto Bossi e Maroni.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©