Politica / Politica

Commenta Stampa

L’ex ministro: “Se eletto, voglio pieni poteri”

Lega, Bobo avverte Bossi: Non sarò un “segretario dimezzato”

Il Carroccio si prepara per il congresso: tra mal di pancia

Lega, Bobo avverte Bossi: Non sarò un “segretario dimezzato”
29/06/2012, 10:06

MILANO - Sono trascorse poco più di 36 ore dal Congresso Federale del Carroccio, ma Roberto Maroni non perde occasione di fare la voce grossa e togliersi qualche sassolino dalla scarpa. Il nuovo segretario in pectore (se non ci saranno colpi di scena, verrà eletto nel congresso di sabato e domenica), infatti, non deve aver gradito l’intervista che Bossi ha rilasciato a “Sky Tg24” e, dinanzi a un senatur che sembra restio a cedere la sua carica di leader indiscusso del partito, ha avvertito: non ci sto a fare il “segretario dimezzato”.
Se sarò eletto, ha avvertito Maroni, voglio avere “pieni poteri” e non essere “commissariato” da alcuno: neanche dal capo, perché, ha ragionato, la Lega, come tutti i partiti, è “un’organizzazione complessa” e i suoi “organi statutari devono avere i pieni poteri sulla linea politica e sulla gestione del movimento”. “Se è così bene, sennò trovate un’altra soluzione”, ha concluso. Oggi Maroni dovrebbe formalizzare la sua candidatura, ma al congresso di Assago può ancora succedere di tutto, anche se sembra che i bossiani non siano riusciti a trovare un candidato da opporre al’ex ministro dell’Interno. È evidente insomma che i mal di pancia interni alla Lega ci sono eccome e potrebbero venire fuori proprio ad Assago.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©