Politica / Politica

Commenta Stampa

Ufficialmente è slittato a metà luglio, ma...

Lega Nord, a rischio il raduno annuale a Pontida


Lega Nord, a rischio il raduno annuale a Pontida
21/05/2012, 09:05

PONTIDA (BERGAMO) - Rischia di saltare il tradizionale appuntamento leghista di Pontida a metà giugno. Dopo le prime indiscrezioni, in tal senso, c'è stata una nota della segreteria federale che ha spiegato come sia stato deciso di spostare l'incontro a metà luglio per non intralciare i congressi regionali di Lombardia e Veneto ai primi di giugno e il congresso federale a fine mese.
Allora tutto a posto? Mica tanto. Appare difficile che nella scelta della data non abbia avuto peso la sequenza di vicende giudiziarie che hanno colpito i vertici del partito. Inoltre, appare rilevatore che si voglia aspettare il congreso federale, in cui dovrebbe essere eletto Maroni al posto di Bossi, determinando un nuovo assetto del partito. Quindi il sospetto è che alla fine non se ne faccia nulla. Cosa che finora era successa una sola volta, nel 2004, quando Bossi fu colpito dall'ictus che ne ha così gravemente condizionato la salute. Nel 2006, dopo la sconfitta sul referendum sulla devolution, il raduno venne spostato all'autunno, ma venne comunque fatto. Ma rispetto al 2006 c'è una differenza, che spiega il sindaco leghista di Pontida, Pierguido Vanalli: "Quella volta avevamo già acquistato i bagni chimici e li avevamo anche installati. Diciamo che quest'anno i bagni chimici non li abbiamo proprio presi".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©