Politica / Politica

Commenta Stampa

Presentata una proposta di legge costituzionale

Lega Nord: "Mai più senatori a vita"


Lega Nord: 'Mai più senatori a vita'
17/01/2012, 16:01

ROMA - A quanto pare, la Lega Nord continua a detestare la presenza di senatori a vita in Parlamento. E così ha presentato una legge, a prima firma Manuela Dal Lago, in cui si chiede la cancellazione di quella parte dell'articolo 59 della Costituzione che attribuisce al Presidente della Repubblica la nomina, come senatore a vita, di "cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario".
Sotto accusa, la scelta di Giorgio Napolitano di nominare Monti per poi fargli fare il Presidente del Consiglio (come se non potesse farlo anche una persona che non fa parte del Parlamento, ndr); ma anche il ricordo di quanto successo tra il 2006 e il 2008, durante il governo Prodi, quando più di una volta la presenza dei senatori a vita permise il passaggio delle leggi di quel governo. Ma i senatori a vita furono indispensabili anche al governo Berlusconi nel 1994, quando ottenne la fiducia nella Camera Alta per un solo voto (e grazie ai cambi di casacca - provvidenziali - di Giulio Tremonti e di GRillo, poi diventati rispettivamente Ministro delle Finanze e sottosegretario.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©