Politica / Politica

Commenta Stampa

Viene riconfermata la sua leadership fino al 2015

Lega Nord, respinte le dimissioni di Maroni da segretario

Gli obiettivi del Consiglio federale: stabilità e unità

Lega Nord, respinte le dimissioni di Maroni da segretario
11/03/2013, 21:29

MILANO - Roberto Maroni aveva annunciato le dimissioni da segretario federale della Lega. Il Consiglio federale del partito ha respinto le dimissioni del neopresidente della Regione Lombardia. Maroni resta segretario del Carroccio con pieni poteri fino alla scadenza naturale del suo mandato, nel 2015. Una richiesta formale era stata avanzata dal leader della Lega e dall'assemblea è arrivato il segnale, la riconferma del segretario. Infatti, le dimissioni sono state respinte all'unanimità durante la riunione in via Bellerio a Milano.
E' passato un anno da quando Bossi ha dovuto fare un passo indietro dalla leadership. La ricostruzione del partito tocca a Maroni ed è lui a dover affrontare un calo del consenso elettorale nelle ultime elezioni politiche, ma anche un ottimo risultato alle amministrative, che lo hanno portato alla guida del Pirellone. La nota del partito esprime proprio questa linea da seguire: "Il Consiglio federale, considerato il momento di incertezza politica nazionale, la necessità di assicurare stabilità e unità al Movimento e l'obiettivo di dare rapida attuazione al progetto della macroregione del nord, ha respinto le dimissioni con voto unanime, con l'unica eccezione dello stesso Roberto Maroni".

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©