Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Lega, PdL e UdC cancellano la legge sull'omofobia


Lega, PdL e UdC cancellano la legge sull'omofobia
13/10/2009, 17:10

Con 285 voti favorevoli, 222 contrari e 13 astenuti, la Lega, il PdL e l'UdC hanno deciso che la legge Concia è ncostituzionale e quindi non va discussa. Si tratta della legge che introduceva l'aggravante dei motivi sessuali in caso di aggressioni personali. La maggioranza, che sta facendo ostruzionismo su questa legge, aveva chiesto il rinvio del provvedimento in commissione, per ulteriori modifiche, rifiutando però di stabilire tempi certi per il ritorno in aula. A questo punto il PD ha votato contro e le numerose assenze della maggioranza hanno permesso al provvedimento di andare avanti. Ma al momento di votare sulle pregiudiziali di incostituzionalità, lo schieramento omofobo era al completo: hanno votato contro PdL, Lega, UdC e anche i "teo-dem" del PD, come la Binetti. Il resto del PD e l'IdV non sono stati sufficienti a permettere al provvedimento di andare avanti. E così il provvedimento è stato cancellato.
Se neanche le continue aggressioni che stanno subendo i gay, e che ormai sono quasi quotidiane hanno convinto il Parlamento a votare questa legge, vuol dire che non gliene importa. Inoltre questo è un brutto segnale: coloro che stanno aggredendo i gay lo possono interpretare come un via libera a fare anche di peggio.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©