Politica / Parlamento

Commenta Stampa

LEGA: UN PERMESSO DI SOGGIORNO "A PUNTI"


LEGA: UN PERMESSO DI SOGGIORNO 'A PUNTI'
07/10/2008, 14:10

Un permesso di soggiorno a punti” e referendum comunali prima della realizzazione sul territorio di campi nomadi, moschee o altri luoghi di culto relativi a religioni senza intese con lo Stato: sono due delle misure contenute nel pacchetto di emendamenti che la Lega Nord vuole inserire nel ddl sulla sicurezza in discussione a Palazzo Madama. Tra le proposte della Lega, presentate oggi dal presidente del gruppo Federico Bricolo e dai senatori Mauro, Mazzatorta, Bodega e Vallardi, c’è anche un aggravamento delle sanzioni per i reati di violazione di domicilio, furto, rapina e minacce, l’istituzione di un fondo per promuovere lo sviluppo nei Paesi maggiormente interessati ai flussi migratori, restrizioni per l'accesso dei clandestini ai servizi sociali e norme di contrasto al fenomeno dei matrimoni “di comodo”.


Il meccanismo del permesso di soggiorno a punti per gli immigrati regolari prevede la concessione di 10 crediti che saranno decurtati in caso di violazione della legge fino ad arrivare alla revoca del documento e all’espulsione. Al contrario, gli immigrati che dimostreranno nel tempo di rispettare la legge potranno anche incrementare il punteggio assegnato.

Le norme di contrasto ai matrimoni “di comodo” prevedono l’esibizione di un titolo di soggiorno valido per gli extracomunitari che intendono sposarsi in Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati