Politica / Politica

Commenta Stampa

Ma Salvini prende le distanze: "Accordo o voto"

Lega-M5S: nessuna intesa sul premier. Prendono tempo


Lega-M5S: nessuna intesa sul premier. Prendono tempo
15/05/2018, 09:02

ROMA - Non bastano incontri, tavoli tecnici o altro per riuscire a sbloccare l'impasse che c'è tra Lega Nord e Movimento 5 Stelle. Lo ha dimostrato anche la giornata di ieri, con il Presidente della Repubblica che ha avuto un incontro con delegazioni di entrambi i partiti senza nessun esito definitivo. Anche se Salvini, uscendo dall'incontro, ha rimarcato le proprie distanze da Luigi Di Maio, affermando: "Il governo parte se siamo in grado di fare le cose. O riesco a dare vita a un governo che ridiscute i vincoli esterni con l'Europa oppure è un libro dei sogni. Se non siamo in grado di fare quello che ci chiedono gli italiani non cominciamo neanche e ci salutiamo. Per esempio, in tema di immigrazione le posizioni di Lega e M5S partono da una notevole distanza, però mi rifiuto di pensare all'ennesima estate/autunno degli sbarchi, del business dell'immigrazione clandestina in saldo. E quindi su questo la Lega deve avere mano libera". 

Gli esponenti di entrambi i partiti oggi si sono reincontrati per continuare le trattative, dopo aver annunciato ieri che il programma è stato ampliato da 20 a 30 punti. Ma ancora non si sa chi possa essere il Presidente del Consiglio. E come fa un Presidente del Consiglio ad accettare di essere un mero portavoce di decisioni prese altrove? E soprattutto, Mattarella accetterà di dare l'incarico ad uno che in fin dei conti rischia di non contare nulla? 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©