Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Ma in Fli avanza la voglia di dire no all'intera legge

Legge Alfano: no dei finiani alla reiterabilità


Legge Alfano: no dei finiani alla reiterabilità
27/10/2010, 15:10

ROMA - Continua la discussione in Commissione Affari Costituzionali su quello che erroneamente viene chiamato lodo Alfano, la legge che blocca i processi del Presidente del Consiglio per la durata del suo incarico. Pdl e Lega hanno già annunciato che voteranno compatti a favore; resta il problema dei finiani, che invece continuano ad essere riottosi. Lo dimostra Nino Lo Presti, deputato di Fli: "Il lodo Alfano costituzionale senza il discorso della reiterabilità siamo pronti a votarlo. Senza la norma che renderebbe lo scudo utilizzabile più volte, siamo pronti a votarlo. Del resto avevamo già votato in questo senso la volta precedente".
Ma altri due autorevoli esponenti del partito, come Briguglio e Granata, hanno fatto ben altre dichiarazioni, facendo presente come all'elettorato di Fli l'idea di votare il lodo piace sempre di meno. E quindi non è detto che, anche con le modifiche richieste, alla fine il partito di Fini accetti di votare il provvedimento.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©