Politica / Parlamento

Commenta Stampa

LEGGE BLOCCA-PROCESSI, MANCINI: “DA PARTE MIA NESSUN ATTACCO AL PARLAMENTO”


LEGGE BLOCCA-PROCESSI, MANCINI: “DA PARTE MIA NESSUN ATTACCO AL PARLAMENTO”
02/07/2008, 21:07

"Conoscendo ruolo e importanza del Parlamento, anche ieri mi sono guardato bene dal muovere ad esso gli attacchi che in alcune astiose dichiarazioni mi vengono addebitati": con queste affermazioni il vicepresidente del Csm, Nicola Mancino si difende dalle accuse di deriva istituzionale riguardo alle funzioni che spettano alle toghe, tra le quali è da escludere, come anche il presidente Napolitano ha sottolineato, il vaglio di costituzionalità di una legge. Mancino ha spiegato che nel suo intervento circa la sospensione dei processi si è limitato a contestare alcune opinioni sulla inamissibilità di un parere sulla sospensione dei processi. “Critiche ad alcuni, è il caso di ripetere, non critiche al Parlamento", conclude il vicepresidente del Csm, invitando anche a consultare per una maggiore chiarezza il testo del suo intervento, pubblicato sul sito www.csm.it.

Commenta Stampa
di Francesca Pellino
Riproduzione riservata ©