Politica / Politica

Commenta Stampa

In arrivo nuovi tagli

Legge di stabilità, c’è la bozza

E in Cdm approda la riforma del titolo V della Costituzione

Legge di stabilità, c’è la bozza
09/10/2012, 18:06

ROMA – Si attende la legge di stabilità ed intanto viene diffusa la prima bozza: i riflettori sono ancora puntati sui tagli. Per i dipendenti pubblici potrebbe essere confermato il blocco dei contratti fino al 2014, ma per il 2013-2014 non sarà erogata l'indennità di vacanza contrattuale. Quest’ultima tornerà solo nel 2015,  calcolata sulla base dell'inflazione programmata.

Quanto all’aumento Iva, invece, potrebbe essere eliminato: la bozza della Legge Finanziaria, che approda oggi in Consiglio dei ministri, elimina completamente i commi che avevano introdotto l'aumento che ora sarebbe scattato dal primo luglio 2013.

In totale la legge di stabilità sarà un provvedimento del valore di circa 10 miliardi di euro: di questi 6,5 miliardi serviranno proprio per evitare l'aumento dell'Iva e 3,5 miliardi destinati a produttività e detrazioni fiscali. A confermarlo è stato il coordinatore degli assessori al Bilancio delle province, Antonio Rosati, al termine dell'incontro a Palazzo Chigi.

Quanto alle entrate, poi, come annunciato dal ministro dell’economia Vittorio Grilli, oscilleranno tra i 10 ed i 12 miliardi. “Non sarà una nuova manovra”, ha assicurato il ministro.  

E in attesa del dl definitivo sulla legge di stabilità, in Consiglio dei ministri approda la riforma del titolo V Costituzione. Il presidente del Consiglio Mario Monti, avrebbe confermato durante l'incontro con Regioni ed enti locali in corso a Palazzo Chigi, che il Cdm si occuperà oggi anche di questo. L’obiettivo è riportare alcune competenze delle Regioni a livello centrale.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©