Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Governo:"Pareggio bilancio in termini strutturali nel 2013"

Legge di stabilità, il governo approva tagli all'Irpef

Il consiglio dei ministri effettua tagli agli enti locali

Legge di stabilità, il governo approva tagli all'Irpef
10/10/2012, 10:50

Il consiglio dei Ministri riunitosi ieri ha dato il via libera alla legge di stabilità. L’obiettivo: racimolare dieci miliardi di euro, raggiunto attraverso numerosi tagli soprattutto agli enti locali. A partire dalla sanità. In questo modo si consente di di "conseguire il pareggio di bilancio in termini strutturali nel 2013" dichiara il governo. Sono stati tagliati 1,5 miliardi di euro al comparto sanitario nazionale a partire dal 2013, attraverso la riduzione di beni e servizi. Approvata la riduzione di un punto dell'Irpef su due aliquote. La prima riguarda lo scaglione fino a 15mila euro, che dal 23 passa al 22%. La seconda riguarda invece lo scaglione fino a  28mila euro che passa da 27 al 26% dal primo gennaio 2013. Le altre voci su cui sono previsti dei tagli sono: la rete di illuminazione pubblica; il trasporto pubblico locale; le università; le consulenze per l'informatica; gli affitti e la gestione degli immobili dello Stato. Inoltre il governo ha anche approvato un disegno di legge che prevede una modifica del titolo V della Costituzione, che intende riportare a livello centrale settori come l’energia, le infrastrutture e il turismo. 

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©