Politica / Parlamento

Commenta Stampa

L’emendamento presentato dal Pd ottiene l’ok

Legge elettorale: approvata la par condicio tra i sessi

Nei talk politici uguale numero di donne e uomini

Legge elettorale: approvata la par condicio tra i sessi
14/02/2012, 10:02

ROMA – In campagna elettorale, nelle varie trasmissioni di contenuto politico, dovrà esservi una rappresentanza equilibrata tra uomini e donne. Lo stabilisce un emendamento, presentato dal Pd e approvato in larga maggioranza in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, in materia di par condicio e pari opportunità. In altre parole questo vuol dire che, durante i periodi di campagna elettorale, le varie trasmissioni televisive che affronteranno l’argomento politico (vedi per esempio Matrix, Ballarò e Porta a Porta) dovranno dare voce allo stesso numero di donne e di uomini.
L'emendamento votato dalla Camera è stato ideato dalla parlamentare del Pd, Sesa Amici, che ha convinto gli altri componenti della commissione a dare il loro parere favorevole. “Si tratta di uno strumento concreto per dare attuazione a un sacrosanto principio istituzionale” , ha spiegato la parlamentare democratica, convinta che la partecipazione delle donne alla politica passi anche dalla loro presenza nelle trasmissioni politiche. Nel frattempo, il dibattito sulla nuova legge elettorale segna il passo. Sui contenuti della legge che dovrebbe prendere il posto del “porcellum”, l’Udc è sempre favorevole a un sistema proporzionale, ma apre la porta anche ad altri sistemi, visto che il modello tedesco, ammette Casini, “piace solo a noi”.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©