Politica / Politica

Commenta Stampa

Anche la Lega si è espressa per questa legge

Legge elettorale: il Pd spinge per il Mattarellum


Legge elettorale: il Pd spinge per il Mattarellum
14/11/2013, 16:18

ROMA - Ormai sembra certo che il Pd abbandonerà l'idea di proporre una legge elettorale a doppio turno per ripiegare sul passato, con un ritorno al Mattarellum: si tratta della legge che prevede l'elezione con sistema maggioritario di 475 deputati e 235 senatori, mentre il resto viene eletto con un sistema proporzionale. 
Cuperlo, Renzi e Civati concordano sul Mattarellum, e l'hanno detto più volte. Anche Roberto Giacchetti è chiaro: "Nonostante l'opinione autorevole di Franceschini che vorrebbe correggere l'attuale legge elettorale, il Pd ha scelto una direzione diversa. Se ne farà una ragione anche lui". 
Infatti è Franceschini l'unico che si oppone: "Io non voglio proprio correggere il Porcellum e la mia posizione è quella votata e decisa più volte dal partito: il doppio turno di collegio, l'unico sistema che garantisce la stabilità anche in un sistema purtroppo non più bipolare. Ho aggiunto che il transitorio innamoramento collettivo per il Mattarellum rimuove inconsciamente il piccolo dettaglio che, in una situazione con tre schieramenti attorno al 30%, un sistema a turno unico di collegio porta a una ingovernabilità certa, con nessun schieramento con la maggioranza assoluta e quindi porta a larghe intese per sempre. Tutto qui". 
Ma il Mattarellum potrà contare (almeno in teoria) sui voti della Lega Nord, che ha presentato in Commissione Affari Costituzionali un ordine del giorno in cui chiede di ritornare al Mattarellum

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©