Politica / Politica

Commenta Stampa

"No" a convocazioni frettolose

Legge elettorale: Lega e M5S rifiutano invito di Napolitano

"Non andremo perché non siamo in una monarchia assoluta"

Legge elettorale: Lega e M5S rifiutano invito di Napolitano
25/10/2013, 14:46

ROMA  - Anche la Lega Nord, dopo il secco no del M5 Stelle, ha deciso di rifiutare l'invito del Quirinale per dialogare sulla riforma di legge elettorale.

"Oggi non andremo dal Presidente Napolitano. Non ci piacciono le convocazioni frettolose, fatte all'ultimo minuto solo nel tentativo di rimediare a un errore molto grave" spiega Massimo Bitonci.

L’annuncio dell’astensione del M5 Stelle, invece,  è stato dato attraverso una nota congiunta,  da Paola Taverna, capogruppo Movimento 5 Stelle al Senato e Alessio Villarosa capogruppo Movimento 5 Stelle alla Camera:  “Il Movimento 5 Stelle, dopo il vergognoso ricevimento sulla legge elettorale che si è svolto nelle stanze dorate del Quirinale, alla presenza delle forze di maggioranza al Senato e di ben 2 ministri, oggi non andrà all’incontro con il presidente della Repubblica, tardivamente richiesto a giochi ormai fatti”.

 I grillini hanno poi rincarato la dose: "Non andremo perché non siamo in una monarchia assoluta".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©