Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Pd e il Pdl verso l'accordo, l'Idv protesta

Legge elettorale: nuova bozza Calderoli con "multi-scaglioni"


Legge elettorale: nuova bozza Calderoli con 'multi-scaglioni'
28/11/2012, 10:38

ROMA - Si moltiplicano le versioni della bozza Calderoli sulla legge elettorale con premio "a scaglioni" per i vincitori. Ha sostituito le "fasce" con i "punti". 
Infatti, secondo questa ultima modifica, il premio di maggioranza viene data alla lista o all'inzieme di liste che superano il 35% dei voti, secondo il seguente schema: un premio in seggi pari al 10,5% del totale per chi ottiene il 35%; dell'11,2% per chi ottiene il 36%, dell'11,8% per chi consegue il 37%, del 12,5% per il 38% (e solo da questo livello in poi si ha una maggioranza alla Camera, per quanto risicata; infatti corrisponde al 50,5% dei seggi), del 13,3% per il 39%, del 14% per chi ottiene il 40%. Se si supera il 40% e fino al 54%, si conquistano sempre 340 seggi (che corrisponde appunto al 545 dei seggi della Camera). Oltre il 54% non c'è alcun premio di maggioranza. 
 Se nessuna coalizione raggiunge il 35% dei voti, allora scatta il premio per la singola lista, a condizione che superi il 25%, secondo il seguente schema: pari al 5% del totale per chi ottiene il 25%, del 5,5% per chi consegue il 26%, del 5,9% per il 27%, del 6,4 per il 28%, del 7 per il 29%, del 7,5% per il 30%, dell'8,1 per il 31%, dell'8,6% per il 32%, del 9,2% per il 33%, del 9,9% per il 34%.
Su questa proposta, nelle prime dichiarazioni, la capogruppo al Senato dal Pd Anna Finocchiaro e il capogruppo del Pdl Maurizio Gasparri hanno detto che su queste basi un accordo tra i due partiti è possibile. Mentre l'Idv rimane scettico temendo l'inciucio ai danni dei cittadini italiani.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©