Politica / Politica

Commenta Stampa

E’ ancora scontro tra Pd e Pdl

Legge elettorale, slitta l'esame in Senato

Il Governo auspica una riforma

Legge elettorale, slitta l'esame in Senato
04/12/2012, 20:49

ROMA – La riforma elettorale non sarà più discussa  domani mattina in aula al Senato. Il presidente Renato Schifani, infatti, ha posto all'ordine del giorno della seduta la prosecuzione dell'esame del decreto sviluppo, su cui il Governo dovrebbe porre la fiducia.

E mentre si continua a rimandare la discussione, si acuisce lo scontro tra il Pdl ed il Pd: questa volta a fare infuriare il Partito democratico è stata una nuova bozza elaborata da Gaetano Quagliariello del Pdl. “Scardina quanto avevamo stabilito finora. Quagliariello propone un premietto di soli 50 deputati”, sottolinea Stefano Ceccanti del Pd.

A dire la sua è anche il relatore del Pdl, Lucio Malan: “E’ vero che le preferenze – dice - non piacciono a tutti e che le abbiamo inserite all'inizio nella speranza che ci fosse la più ampia condivisione possibile del testo base'”.

Sulla riforma della legge elettorale interviene anche il Governo. Il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento, Giampaolo D'Andrea, evidenzia la posizione neutrale del Governo e al tempo stesso auspica che si approvi la legge. “Noi pur avendo assicurato tutta la nostra assistenza - spiega D'Andrea - non abbiamo interferito nelle scelte di merito, ma condividiamo appieno l'invito del Presidente della Repubblica a superare l'attuale situazione. Posso aggiungere che il tentativo in corso è sincero. Vediamo a quale risultato si arriverà in questi giorni, in queste ore”.

 

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©