Politica / Politica

Commenta Stampa

Ognuno vuole quella tagliata su misura per se stesso

Legge elettorale: tante proposte, ma ogni partito pensa a sè


Legge elettorale: tante proposte, ma ogni partito pensa a sè
06/08/2012, 10:52

ROMA - Anche se il Parlamento è di fatto fermo, continuano i contatti tra Pdl, Pd ed Udc per arrivare ad una legge elettorale condivisa da tutti. Cosa non facile, dato che ognuno ha i propri interessi. 
Ma qualcosa si muove: l'accordo di massima sembra raggiunto sui punti principali per modificare il Porcellum: niente preferenze (richiesta del Pd) e premio di maggioranza non più alla coalizione che vince ma al partito (richiesta del Pdl). Ma un premio di maggioranza non troppo elevato (richiesta dell'Udc), in modo da poter costituire dopo il voto un governo di larghe intese. 
Ma neanche questa soluzione soddisferebbe tutti, perchè Sel e Idv rischierebbero di essere estromessi dalla muova maggioranza. Quindi la discussione non è ancora conclusa, anche se per il premio di maggioranza sembra raggiunto l'accordo intorno al 10%; anche se Bersani vorrebbe che fosse il 15%: con il 26% di cui è accrediutato il suo partito, gli basterebbe allearsi con Sel per superare il 50% dei seggi in Parlamento. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©