Politica / Politica

Commenta Stampa

'Su retroattività siamo aperti a discussione'

Legge stabilità, Grilli apre al Parlamento

Intanto il ddl è giunto alla Camera

Legge stabilità, Grilli apre al Parlamento
17/10/2012, 10:01

"Siamo aperti alla discussione su tutto in Parlamento". Cosi' il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli, ha risposto a margine di un'audizione a chi gli chiedeva se il governo e' disponibile a valutare, nel corso dell'iter parlamentare, uno slittamento dei tagli alle agevolazioni fiscali previsti nella legge di stabilita' rivedendo cosi' la retroattivita'.

E proprio sulla retroattivita', il ministro Grilli, in un' intervista uscita oggi sul Sole 24 Ore, ha spiegato che decide il Parlamento, ma che in caso di revisione del provvedimento serve un miliardo di euro. "Si dovra' fare una scelta - dice Grilli - il Parlamento puo' prendere una decisione diversa". Tuttavia lo stesso Grilli spiega che "non potevamo rinunciare a introdurre l'intervento retroattivo sulle agevolazioni fiscali. "In caso contrario - ha aggiunto - sarebbe mancato nel 2030 circa un miliardo di copertura. Voleva dire rinviare l'intero intervento sul secondo scaglione Irpef al 2014. Abbiamo preferito non farlo". Tuttavia il Parlamento, se vuole, puo' intervenire. "Su questo - dice Grilli - siamo davvero molto aperti".

Intanto ieri sera il ddl stabilita' e' giunto alla Camera, dove e' cominciato l'iter parlamentare in prima lettura. Il provvedimento e' allo studio degli uffici della Presidenza della Camera. Successivamente verra' assegnato alle commissioni parlamentari competenti.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©