Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Parte del Pdl e Lega favorevoli, ma l'opposizione non è sola

Legge sulla cittadinanza, la maggioranza si spacca


Legge sulla cittadinanza, la maggioranza si spacca
22/12/2009, 15:12

ROMA - E' arrivata alla Camera dei Deputati la legge, voluta dalla Lega e sostenuta da una parte del Pdl, che mira a cambiare l'attuale legge sulla cittadinanza. In particolare, le novità riguarderebbero, oltre a dover dimostrare di essere da 10 anni in Italia, anche l'obbligo di frequenza alle scuole italiane, il possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo e l'attestato di frequenza ad una scuola annuale, da costituire, propedeutica a prendere la cittadinanza. Inutile dire che questo cancellerà, di fatto, la possibilità che uno straniero diventi cittadino italiano. Completamente opposta la controproposta del Pd, che abbassa il limite per richiedere la cittadinanza a 5 anni. Una proposta che trova il favore anche di Fini e di una parte degli ex aennini all'interno del Pdl. Ma il resto del Pdl e la Lega osteggiano questa possibilità; e così alla Camera c'è per ora una situaizone di stallo, che potrebbe decidersi per pochi voti di differenza.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©