Politica / Politica

Commenta Stampa

L’Esercito di Silvio Campania alla manifestazione di Roma per Berlusconi

Acocella: Questa manifestazione non sarà certo l’ultima

L’Esercito di Silvio Campania alla manifestazione di Roma per Berlusconi
26/11/2013, 11:54

NAPOLI - L’Esercito di Silvio della Regione Campania sarà presente alla manifestazione che si terrà domani (mercoledì 27 novembre) in via del Plebiscito a Roma in concomitanza con il voto di decadenza nei confronti del Presidente Berlusconi. Una delegazione di rappresentanti di tutte e cinque le province campane sarà nella Capitale per confermare la massima vicinanza al Presidente.
“Era giusto garantire la più ampia e condivisa partecipazione a questa manifestazione che cade in uno dei momenti più delicati per la vita del presidente Berlusconi e del nostro movimento politico. – commenta il responsabile regionale dell’Esercito di Silvio Vittorio Acocella – Coloro che decideranno di votare per la decadenza del senatore Berlusconi si assumeranno la responsabilità di una cosa di cui dovranno vergognarsi per sempre. Siamo davanti ad un vero e proprio attacco alla libertà che non poteva passare sotto silenzio.
E’ ormai chiaro a tutti che il PD,  partito che si definisce “democratico”, accecato dall’antiberlusconismo,  stia utilizzando una discutibile interpretazione della legge Severino per estromettere il leader dei moderati dal Senato . Questa ennesima strumentale posizione dimostra ancora una volta che la voglia di raggiungere il potere è più forte dei valori che tanto si vanno sbandierando .
Rispetto agli altri, il voto favorevole alla decadenza da parte dei senatori del Partito Democratico è ancora più grave in considerazione del fatto che in accordo con Silvio Berlusconi, dal novembre 2011 il PD ha sostenuto il Governo Tecnico, ha rieletto Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e ha dato vita al governo Letta .
Estromettendo Berlusconi dal Senato vengono privati di rappresentanza i milioni di elettori che lo hanno votato, dal 1994 al 2013.
Sappiano pertanto i senatori del PD, e gli altri, che questa manifestazione non sarà certo l’ultima, noi non ci fermeremo, poiché non sarà un voto del Senato a fermare la nostra battaglia per la Libertà“.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©