Politica / Politica

Commenta Stampa

"Confido nella responsabilità e lungimiranza di tutti"

Letta a Vienna: "Difficoltà sono superabili"

"L'Italia ha bisogno di fatti e poche parole'

Letta e Fayman a Vienna (Ansa)
Letta e Fayman a Vienna (Ansa)
21/08/2013, 12:18

VIENNA - 'Sono convinto che le difficoltà siano superabili''. Così propositivo appare il premier Enrico Letta in conferenza stampa a Vienna, dove è a colloquio con il cancelliere austriaco Werner Faymann. Difende il suo esecutivo, anche in tempi di forte crisi interna e sostiene che “sarebbe "paradossale" se l'Italia che ha tenuto duro nel periodo di crisi si avvitasse in questioni di politica interna”. Confida nella responsabilità e nella lungimiranza di tutti il premier, sottolineando che la lotta alla disoccupazione sarà “il cuore del semestre italiano”, la priorità nel Governo perchè ''l'Europa deve cogliere la ripresa''.
Altro tema importante per Letta è quello dell’unione bancaria "per evitare che i risparmiatori europei debbano pagare per gli sbagli delle banche".
Non mancano domande su Berlusconi e la sua grazia. "Non sono il presidente della Repubblica e quindi non è un mio potere" ha aggiunto Letta da Vienna rispondendo alla domanda se gli concederebbe la grazia. "Mi fido del fatto che il partito di Berlusconi assumerà le sue decisioni e si assumerà la responsabilità delle sue decisioni" ha poi aggiunto il premier italiano. In Italia "servono meno parole, più fatti, meno polemiche, più cose concrete e costruttive" ha concluso.

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©