Politica / Politica

Commenta Stampa

Il Premier sui forconi: "Sintomo di un profondo disagio"

Letta ai sindaci: "Legge di stabilità non taglia ai comuni ma dà"


Letta ai sindaci: 'Legge di stabilità non taglia ai comuni ma dà'
20/12/2013, 13:44

Al termine del Consgilio Ue, il premier Enrico Letta ha parlato della Legge di Stabilità, rispondendo alle tante critiche che sono piovute dai sindaci. "Questa legge di stabilità per la prima volta dopo cinque anni non taglia ai comuni ma dà, vorrei che i rappresentanti dei comuni si ricordassero di questa cosa perché le dichiarazioni degli ultimi giorni danno a intendere che questa cosa non viene ricordata".

Letta si è poi espresso sulla protesta dei forconi. "Non lo so se la protesta dei forconi è finita, sono sempre stato molto attento alle espressioni del disagio, che c'è in Italia come in Europa. C'è un disagio profondo dovuto alle scelte fatte in queste settimane? No, e' la conseguenza lunga di quel che e' avvenuto due, tre anni fa. Bisogna trovare gli strumenti per lenire il disagio, ecco perche' nella legge di stabilita' c'e' tanta attenzione alla nuova povertà, ai disoccupati e ai non autosufficienti. Per la prima volta c'è attenzione verso la parte del Paese che soffre di più. Il disagio provocato dalle scelte degli anni scorsi trova delle risposte".
"Non mi metto a fare polemiche - ha concluso il Primo Ministro -, sono abituato a vivere in un Paese dalle emozioni forti, non mi faccio legare a questo o quello. Il mio compito è lasciar andare la spuma e vedere quali sono le cose concrete. Per questo il governo è attento al disagio". 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©