Politica / Politica

Commenta Stampa

Al loro arrivo striscioni e grida come "assassini, vergogna"

Letta, Alfano e Barroso contestati a Lampedusa


Letta, Alfano e Barroso contestati a Lampedusa
09/10/2013, 10:38

LAMPEDUSA (AGRIGENTO) - Questa mattina alle 9.30 sono arrivati in visita a Lampedusa il Presidente del Consiglio Enrico Letta, il vice Angelino Alfano, il Presidente della Commissione Europea Jose Manuel Barroso e il Commissario Europeo agli Affari Esteri Cecile Malmstrom. Ma il loro arrivo non è stato apprezzato: fuori dall'aeroporto c'erano centinaia di lampedusani con cartelli di protesta e che gridavano "assassini, vergogna", all'indirizzo dei politici. Anche i pescatori si sono fatti sentire, facendo suonare le sirene delle loro imbarcazioni. 
In particolare, i lampedusani contestano il fatto che nessuno dei politici che hanno visitato l'isola in questi giorni sia andato al Cie, ma solo nell'hangar dove sono state depositate le bare con i 288 cadaveri finora recuperati.
E anche il ruolo di marcia di oggi prevede lo stesso copione: visita di Letta, Alfano, Barroso e Malmstrom all'hangar ma non al Cie, dove attualmente ci sono 800 persone in uno spazio pensato per 250. 
L'incontro è finalizzato anche al tentativo di Letta di ottenere aiuti dall'Europa per fronteggiare l'immigrazione clandestina 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©