Politica / Politica

Commenta Stampa

Ospite della trasmissione “In Mezz'ora” dell’Annunziata

Letta: incremento Iva figlio di decisioni del governo Berlusconi


Letta: incremento Iva figlio di decisioni del governo Berlusconi
23/06/2013, 15:34

ROMA -  Enrico Letta ospite di  “In Mezz'ora”, la trasmissione di Lucia Annunziata, in onda su Rai 3,  ha affermato:   "Non è che io o il governo si voglia aumentare l'Iva: incremento che è già nel bilancio dello Stato ed è figlio di decisioni iniziate nella prima metà del 2011 quando di fronte a un momento crisi profonda il governo Berlusconi" decise l'aumento "per cercare salvare situazione”.  "L’aumento è stato già deciso e noi dobbiamo trovare le risorse per evitarlo. O spostarlo. Leggo sui giornali: molti editoriali o leader politici che dicono che bisogna evitare l'aumento dell'Iva e sono d'accordo ma l'aumento c'é. Bisogna trovare altre risorse. Sono fiducioso che troveremo una soluzione ma dico, attenzione, i diktat non servono a nessuno". Ha detto il Premier.  

Quanto all'Imu:  "E' stato fissato per legge che entro il 31 agosto ci sarà la riforma dell'imposta e ci impegniamo a mantenere l'impegno. "Sinceramente – ha sottolineato  - non credo che sia una settimana decisiva più di altre, in questa c'é il Consiglio Europeo ma ce ne sono state altre precedenti importanti".  

"Sono felice – ha detto ancora  Letta - che il lavoro sia il tema sia al centro del dibattito perché in Ue è crollato e in Italia ancora di più. Noi siamo abituati al tema del tasso disoccupazione alto ma non come gli ultimi 5 anni perché per la crisi abbiamo messo tutti i soldi per salvare il lavoro di chi era al lavoro tanti, una cifra pari a 38 mld euro. E poi nello stesso tempo la riforma delle pensioni che ha fatto allungare l'età pensionabile consentendo la non assunzione dei giovani. Due cose che hanno messo i giovani ai margini, oggi il lavoro dei giovani va rimesso al centro.  

Combatteremo – ha proseguito - anche per un piano europeo per i giovani".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©