Politica / Politica

Commenta Stampa

Premier israeliano: non permetteremo la bomba atomica

Letta: Medio oriente pace, Italia paura estremismi

Letta: resisteremo alle spinte della violenza e xenofobia

Letta: Medio oriente pace, Italia paura estremismi
01/12/2013, 20:42

ROMA- "Sono sicuro che la pace in Medio Oriente arriverà perché l'impegno che ci stanno mettendo Israele e il popolo palestinese ci fa ben sperare". Lo ha detto il premier, Enrico Letta, parlando alla sinagoga di Roma con Benyamin Netanyahu. "Arrivare ad una denuclearizzazione a fini militari dell'Iran - ha poi sottolineato - è un obiettivo che accomuna la comunità internazionale e sono convinto che ci riusciremo, percorrendo le strade diplomatiche". "Viviamo un tempo di crisi economica e sociale che alimenta la paura, la quale a sua volta fa crescere le spinte all'estremismo, all'odio, all'intolleranza", ha detto Letta parlando dell'Italia. "Queste spinte - ha aggiunto - stanno crescendo in modo preoccupante. Resisteremo sempre alle spinte della violenza, prima verbale e poi fisica, dell'intolleranza, della xenofobia e del razzismo".

 "Non starò zitto se Israele sarà in pericolo", ha detto Netanyahu intervenendo alla cerimonia dell'Hannukà alla sinagoga di Roma parlando dell'Iran. "Come premier israeliano metto in guardia ogni giorno sui pericoli del programma nucleare iraniano", ha aggiunto. "L'Iran - ha poi sottolineato - cerca la bomba atomica ed è un regime che supporta il terrorismo. Noi non permetteremo che abbia una forza atomica da usare contro di noi".
"Tra Italia e Israele ci sono rapporti eccezionali", ha poi aggiunto il premier israeliano. "A Gerusalemme e Roma sono state costruite le basi della cultura occidentale", ha sottolineato.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©