Politica / Politica

Commenta Stampa

Premier parla agli ambasciatori alla Farnesina

Letta: “Obiettivo di crescita al 2% nel 2015 è alla nostra portata”


Letta: “Obiettivo di crescita al 2% nel 2015 è alla nostra portata”
18/12/2013, 18:22

L'obiettivo di "crescita al 2% nel 2015 è alla nostra portata". Parla così il premier Enrico Letta durante il discorso agli ambasciatori della Farnesina. ''Se i tassi restano bassi e i conti sono in ordine", ha detto, "l'anno prossimo la crescita dell'1% è alla nostra portata''.
"Conti in ordine e rinnovate prospettive di crescita" sono ormai patrimonio del Paese, ha dichiarato ancora il premier. E ancora: "Abbiamo fermato la caduta del Pil, ora riprende la crescita e l'anno prossimo sarà un anno di piena crescita dopo tanto tempo e lo abbiamo fatto senza rovinare i conti pubblici. A chi dice fate di più per la crescita ma sfasciando i conti dico che questo hanno cercato di farlo alcuni nostri predecessori e poi ci siamo ritrovati come eravamo fino a qualche tempo fa. Non è nostra intenzione fare così''.
"Il governo - ha detto il premier - dopo otto mesi di montagne russe nei prossimi mesi lavorerà con determinazione e impegno per far sì che l'Italia torni a pensare in grande con le grandi occasioni dell'Expo e la presidenza dell'Ue".
"L'Italia non si farà impantanare dal ruolo presidenziale, ha poi aggiunto, farà di più per dare un impulso perché l'Europa faccia passi in avanti in un semestre cruciale, dopo una legislatura dominata dalle parole crisi e austerità, che deve essere di crescita".
"Dopo otto mesi si può dire che in politica estera il conto è positivo, ha poi detto Letta, questo grazie alla nostra collaborazione, al lavoro e alle cose che abbiamo fatto. Ma questo è dovuto anche agli uomini, alle politiche e a come è fatto il Paese".
Il premier parla poi del caso Marò sottolineando che il forte "impegno quotidiano continuerà fino a quando non arriverà il risultato che ci aspettiamo".

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©