Politica / Politica

Commenta Stampa

"Se vuole il mio posto, lo dica"

Letta presenta "Impegno Italia" e sfida Renzi


Letta presenta 'Impegno Italia' e sfida Renzi
13/02/2014, 09:08

ROMA - Una conferenza stampa convocata in serata, per presentare il suo "Impegno Italia": così Letta ha deciso di togliersi qualche sassolino dalle scarpe. 

In sè il progetto sono 50 punti divisi in 11 aree tematiche, su cui Letta, a nome del governo, promette di intervenire per migliorare la situazione dell'italia. Senza dimenticare, ha aggiunto il premier, che l'obiettivo del governo sono la legge elettorale e le modifiche costituzionali al Senato e al Titolo V della Costituzione. 

Ma le cose più importanti sono quelle che ha detto: "Sono un uomo delle istituzioni e come tale, devo assumermi delle responsabilità. Lo dico perché la mia vicenda qui nasce a partire da una situazione drammatica quale è stata quella di febbraio-aprile dello scorso anno. Situazione drammatica che si è potuto sbloccare soltanto grazie al sacrificio del presidente della Repubblica, che ha portato allo sblocco della situazione e alla nascita di quello che fin dall'inizio ho chiamato un governo di servizio al Paese. Anche adesso considero questo governo legato al servizio al Paese e non a prospettive personali, a cose che sto facendo adesso e che potrò fare nel futuro". 

Non è mancata la frecciatina verso Renzi: "Io chiedo chiarezza, come la chiedono gli italiani. Ognuno deve dire quello che vuole fare, soprattutto se c'è qualcuno che vuole venire al posto mio, deve dire se è questo quello che vuole fare. Sono stati talmente tanti quelli che fin dall'inizio hanno tentato di mandarmi via, che ho vissuto e vivo ogni giorno come se fosse l'ultimo. L'hashtag portrebbe essere 'io sono sereno, anzi zen' mi verrebbe da dire. Se mi andasse male questa vicenda penso che potrei andare in qualsiasi posto a insegnare pratiche zen". 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©