Politica / Regione

Commenta Stampa

Lettieri: "Napoli può diventare la più grande città universitaria d’Europa"


Lettieri: 'Napoli può diventare la più grande città universitaria d’Europa'
26/05/2011, 10:05

“Il confronto con i quattro rettori delle università napoletane, con i presidi delle due facoltà di medicina e i tanti professori prsenti mi hanno consentito di poter raccogliere riflessioni e proposte importanti per poter ricostruire un rapporto forte e duraturo tra la città e l’università. Napoli deve diventare la più grande città universitaria d’Europa ponendosi come una grande portaerei della cultura che unisca il mare nostrum al vecchio continente. Vanno affrontati alcuni nodi importanti, come quello dell’università a Scampìa, il completamento di San Giovanni, la riqualificazione delle strutture del centro storico. Soluzioni che andranno concertate direttamente e costantemente con il mondo dell’università. Altra questione di grande rilievo è quello della capacità recettiva. Napoli con i suoi 150mila studenti su un milione di abitanti deve dotarsi di strutture adeguate alla possibile ulteriore crescita numerica di studenti e studiosi che vogliono venire a Napoli, valorizzando per esempio, anche la disponibilità già mostrata dal cardinale Sepe di utilizzare i conventi. Ho accolto con favore le proposte e intendo fare una riunione ogni due mesi con i rettori per garantire un costante aggiornamento reciproco sulle necessità e sullo stato dei problemi aperti”. Lo ha dichiarato Gianni Lettieri.

Erano presenti, tra gli altri, gli assessori regionali Guido Trombetti, Caterina Miraglia ed Edoardo Cosenza, i rettori Marrelli, Quintano, Viganoni, e i presidi D’Alessandro, i presidi di Medicina e chirurgia e la professoressa Annamaria Colao.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©