Politica / Regione

Commenta Stampa

Scontro tra i due candidati sindaco di Napoli

Lettieri :"Querelo De Magistris", l'ex pm "E' un onore"


Lettieri :'Querelo De Magistris', l'ex pm 'E' un onore'
14/04/2011, 10:04

NAPOLI - La campagna elettorale a Napoli prende le tinte della battaglia. Quasi spartano lo scontro tra i due candidati sindaco, Gianni Lettieri del Pdl, per ora avanti nei sondaggi e Luigi De Magistris, che molti danno in rimonta. Si punzecchiano, si sfidano sulle pagine dei quotidiani. Sulle agenzie rimbalzano le accuse e le risposte. Uno scontro tra titani. E quando nel marasma generale ci si infila anche Mastella, allora il gioco si fa duro. Infatti, dopo l’attacco ricevuto da Clemente Mastella, Luigi De Magistris ha accusato Gianni Lettieri di essere “un prenditore di soldi pubblici che acquisisce aziende che poi fa fallire”.
Durante la conferenza stampa di presentazione di Arnaldo Maurino, della direzione provinciale SEL, come candidato della lista civica “Napoli è tua”, l’europarlamentare ha dichiarato “Un sistema si sta compattando contro di me, fatto di personaggi interni al PD e al PDL fino a Mastella che parlano lo stesso linguaggio. Del resto, Lettieri e De Luca sono sotto processo insieme, per truffa, a Salerno. Appare evidente che qualora vincesse Lettieri, vincerebbe Cosentino; ma se vincesse Morcone, non solo vincerebbe la continuità con Bassolino, ma lo stesso Lettieri rientrerebbe dalla porta, visto i rapporti passati e presenti che egli possiede con autorevoli esponenti del PD”.
Ma la replica di Lettieri non si è fatta attendere. Il candidato sindaco del PDL rende pan per focaccia all’ex Pm, reso noto dal processo “Why not”: “Ora De Magistris ha scocciato. Invece di parlare dei problemi della città, passa il suo tempo ad insultare i candidati. Fa il politico come faceva il magistrato: sollevando polveroni, insinuando, facendo 'ammuina'. Non intendo tollerare questo modo di fare. Ho dato mandato ai miei legali di querelarlo. Anche se temo che, ancora una volta, ricorrerà all’immunità parlamentare pur di sfuggire alla giustizia”.
De Magistris ha fatto sapere che per lui è un motivo di orgoglio essere querelato da Mastella e Lettieri. L’europarlamentare ha aggiunto “Soprattutto è il segnale che stiamo già cambiando, in meglio, la nostra città”. E intanto nelle stanze dei bottoni la domanda sorge spontanea: “De Magistris ricorrerà ancora una volta all’immunità parlamentare?”.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©