Politica / Napoli

Commenta Stampa

Cambio di funzioni, da pm a giudice, ma è polemica

L'ex assessore arancione Narducci farà il giudice a Perugia

Vietti, Magistratura indipendente: "Norma stravagante"

L'ex assessore arancione Narducci farà il giudice a Perugia
17/10/2012, 18:09

ROMA - L'ex assessore alla Legalità del Comune di Napoli ed ex pm, Giuseppe Narducci, farà il giudice al Tribunale di Perugia. Il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha infatti approvato all'unanimità una delibera della terza Commissione, che accoglie la richiesta avanzata dallo stesso Narducci in occasione di un’audizione davanti alla Commissione il 20 settembre scorso. La richiesta era giunta dopo una serie di proposte che il consiglio aveva respinto. Le condizioni per il rientro in ruolo dell'ex assessore, dopo le dimissioni dello scorso giugno, erano infatti il cambio di funzioni, da pm a giudice, secondo quanto prevede la normativa del Csm. Narducci, che nella sua carriera di pm alla Procura di Napoli ha svolto indagini importanti sulla criminalità organizzata e per l'inchiesta “Calciopoli” aveva chiesto dopo le dimissioni il ricollocamento in ruolo. Il Csm gli aveva chiesto di indicare alcune sedi e aveva bocciato le proposte sia di Salerno, sia di Campobasso, città natale di Narducci. Il voto del plenum è stato preceduto da una discussione proprio sulla norma, richiamata nella delibera, che vieta le funzioni requirenti al magistrato ricollocato in ruolo dopo l'espletamento di un incarico di amministratori pubblico negli enti locali. Perplessità sono state espresse dal consigliere di Magistratura indipedente, Antonello Racanelli. “Non credo che il pm abbia bisogno di un'immagine di imparzialità più del giudice”. Lo stesso vicepresidente, Michele Vietti, ha poi definito la norma “stravagante”. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©