Politica / Parlamento

Commenta Stampa

Libertà di stampa in Italia: l'intervento di Patriciello


Libertà di stampa in Italia: l'intervento di Patriciello
22/10/2009, 11:10


ROMA. “Con il voto di ieri si è finalmente chiarito che nel nostro Paese non esistono restrizioni alla libertà di stampa”. Questo il commento dell' eurodeputato del PdL, Aldo Patriciello, rientrato da Strasburgo dove il Parlamento europeo si è espresso sul tema della libertà di informazione in Italia. L'assemblea plenaria ha infatti respinto proprio ieri una risoluzione presentata dall'Italia dei Valori e dal Pd che esprimeva preoccupazione per la situazione della libertà di stampa in Italia. Su un totale di 686 voti, i favorevoli sono stati 335, i contrari 338, gli astenuti 13. Da parte della delegazione del PdL il commento è stato unanime: “Il centro-sinistra - hanno affermato i deputati italiani a Strasburgo - si occupi piuttosto dei veri problemi del nostro Paese e impari a non strumentalizzare quest'aula. Il Parlamento Europeo non è la terza camera del Parlamento italiano". L’europarlamentare Aldo Patriciello è intervenuto in aula, ieri, prima dell’espressione del voto affermando: “Ancora un volta ci troviamo a discutere in sede europea, non a Montecitorio o a Palazzo Madama, di questioni di esclusivo interesse e pertinenza nazionale. Ancora una volta siamo costretti a lottare contro il tentativo pretestuoso, ridicolo e strumentale di denigrare l’Italia, il suo Governo e il suo Presidente del Consiglio. Un tentativo portato avanti da un’opposizione italiana che è tale non ad opera di una strana cospirazione ma per scelta del popolo sovrano. Siamo di fronte ad una faziosa campagna pubblicitaria il cui obiettivo è presentare l’Italia ai colleghi francesi, olandesi e inglesi come un paese dove la libertà di stampa non è garantita. Questa azione fuorviante va respinta con forza da parte dei colleghi deputati europei”. L’aula si è poi espressa bocciando la risoluzione che condannava l’Italia.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©